nike air max baby Chi si cura col Meldonium lo assume per

nike air max 1 id Chi si cura col Meldonium lo assume per

Il Meldonium, il farmaco anti ischemico entrato nella lista Wada il 1 gennaio scorso, pare essere Moncler Jacke Damen Billig la nuova frontiera del doping“. Il Meldonium viene prodotto Canada Goose Womens Billig in Lettonia e utilizzato solo nei Paesi post sovietici: nello sport occidentale non se n’è mai sentito parlare. Serghei Iliukov, medico sportivo del centro di medicina sportiva della città finlandese Kuopio, con i media russi brandisce Parajumpers Outlet Billig la solita bandiera del complotto occidentale: „In Occidente vedono che gli atleti russi prendono qualcosa, ma non sanno cos’è e quindi deve essere per forza doping: questa è una mentalità da guerra fredda e se le ricerche su questo farmaco fossero state pubblicate su riviste occidentali non ci sarebbe stato nessun divieto“. L’azienda produttrice del farmaco, però, proprio oggi ha fatto sapere che la normale assunzione del farmaco è di 4 6 settimane, non 10 anni come detto dalla Sharapova nella conferenza stampa di lunedì. L’inventore del Meldonium Ivar Kalninsh non chiederà alla Wada spiegazioni sul perché il suo farmaco sia stato incluso nella lista nera. La Wada non adduce prove, prende solo le decisioni, dice alla Tass. Penso che in un certo senso sia diretto verso gli atleti dell’est. La Wada non ha nessuna prova scientifica che il Meldonium sia doping ha detto Kalninsh.

avvisate le federazioni

„Ci aspettano degli sconvolgimenti su questo farmaco: non sta a me annunciarlo, ma casi del genere ce ne saranno ancora, per il piacere dei nostri amici“. Sarcastico ma amaro il ministro dello Sport russo, Vitaly Mutko, a proposito dell’uso del Parajumpers Damen Billig Meldonium. „Non è un sistema, indagheremo su ogni singolo caso. Sei mesi fa ha aggiunto Mutko avevamo avvertito tutte le federazioni che questo farmaco era stato incluso nella liste di quelli proibiti. Ma bisogna fare chiarezza su queste cose: l’atleta non lo prende da solo. Medici, allenatori, fisioterapisti e i capi delle federazioni devono essere responsabili. La cosa più terribile è che alla fine ne risente l’atleta“.

Sharapova, icona sexy del tennisDetto anche Mildronate, è un medicinale dal costo modestissimo, in commercio dagli anni Ottanta, in molti Paesi (soprattutto dell’ex blocco sovietico, non in Italia o negli Stati Uniti) acquistabile in farmacia, prodotto in esclusiva da un’azienda lettone,
nike air max baby Chi si cura col Meldonium lo assume per
la Grindex. A livello terapeutico è utilizzato contro le cefalee e come anti ischemico, ma altera il metabolismo, abbassa i valori di emoglobina, migliorando la fluidità del sangue e agendo quindi quale eventuale „coprente“ dell’Epo. Gli effetti sugli sportivi si stanno ancora studiando compiutamente: ma dopo che in Russia molte analisi ne avevano evidenziato l’uso frequente, test al laboratorio di Colonia hanno portato all’inserimento del prodotto nella lista di quelli vietati. Il suo uso ha scritto il laboratorio tedesco in una pubblicazione scientifica da cui la Wada ha preso i risultati per disporre il divieto dimostra un incremento della resistenza degli sportivi, aiuta il recupero dopo l’esercizio, protegge dallo stress e migliora il funzionamento del sistema nervoso centrale“. Motivi sufficienti a bandirlo per l’agenzia antidoping.

altri casi

Si era partiti dal biathlon e da due ucraini, ora la valanga sembra inarrestabile: prima (il 10 gennaio), nella tappa di Coppa del Mondo di Rupholding, Olga Abramova. Moncler Weste Billig Poi Artem Tyshchenko, bronzo ai Mondiali juniores 2012. Quindi il ciclismo, col 33enne russo Eduard Vorganov, passista della Katusha, pescato il 14 gennaio in un controllo a sorpresa. Si era passati all’atletica: con la 25enne etiope naturalizzata svedese Abeba Aregawi, iridata dei 1500 nel 2013 e il 27enne connazionale Endeshaw Negesse, maratoneta da 2h04’42“. Altri casi di corridori etiopi sono in attesa di ufficialità. Nel pattinaggio di figura la vittima è la 25enne russa Ekaterina Bobrova, la quale con Dmitri Soloviev, forma una delle coppie leader della danza mondiale delle ultime 6 7 stagioni. Gli ultimi nomi si sono aggiunti oggi: uno è Alexander Markin, lo schiacciatore della Dinamo Mosca e della Nazionale russa, risultato positivo al Meldonium; gli altri due sono atleti del ghiaccio, entrambi russi, Semion Elistratov (Short track) e Pavel Kulizhnikov, campione del mondo di pattinaggio velocità che nonostante abbia solo 21 anni ha già vinto 5 ori mondiali.
nike air max baby Chi si cura col Meldonium lo assume per