nike air max 90 white autobomba vicino base Usa

nike air max günstig bestellen autobomba vicino base Usa

Sono morti almeno 25civili nell’esplosione di un’autobomba guidata da un kamikaze nei pressi della base aerea americana di Camp Chapman. L’attentato è avvenuto ad un posto di blocco nella città di Khost, capoluogo dell’omonima provincia sud orientale, nel tardo pomeriggio di oggi ora locale. Il posto di blocco colpito era gestito dagli agenti del Khost Provincial Force, un’unità il cui compito era controllare la base americana.

Secondo quanto dichiarato al giornale americano da Youqib Khan, vice capo della polizia nella provincia di Khost, non è ancora chiaro se l’attentatore stava cercando di dirigersi verso la base statunitense o se il posto di blocco e i civili fossero il suo obiettivo primario.

Hedayatullah Hamedi, direttore sanitario dell’ospedale provinciale, ha dichiarato al New York Times, che nell’esplosione sarebbero morti diverse donne e bambini, mentre una decina di civili sono rimasti feriti, due dei quali in condizioni gravissime. Secondo lo stesso Hamedi il bilancio delle vittime potrebbe salire.

Il comando Nato stanziato in Afghanistan ha confermato l’esplosione aggiungendo che „nessuno statunitense o personale della coalizione è rimasto ferito a seguito dell’attacco“. Un esplosione talmente forte che ha letteralmente „scosso quasi tutta la città di Khost“,
nike air max 90 white autobomba vicino base Usa
come dichiarato dal capo della polizia provinciale generale Faizullah Ghyrat. Lo stesso capo della polizia ha dichiarato che l’attentatore è entrato in azione quando molti veicoli erano in coda per passare il posto di blocco, poco prima della fine del digiuno odierno per il Ramadan.

In quel momento molte persone erano in procinto di rientrare alle loro abitazioni e secondo quanto dichiarato da altri funzionari afghani al giornale newyorchese, il luogo dell’attentato è stato bloccato dalle forze straniere e afghane che hanno impedito l’accesso ai giornalisti dopo l’esplosione. Per il momento non c’è stata alcuna rivendicazione da parte di gruppi locali.

Nessun tono minaccioso o attacco diretto, solo un piccolo sassolino nella scarpa che Donald Trump si è voluto togliere criticando i media che diffondo fake news, raccongliendo un coro di bu dalla platea. Per il resto il discorso del presidente americano al World Economic Forum di Davos, in Svizzera, è stato molto bilanciato e ha puntato a presentare al mondo le opportunità per le aziende che vogliono investire negli Stati Uniti. Insomma, quello che Trump e i suoi ripetevano da un paio di settimane, tutte le volte che qualcuno gli chiedeva di cosa avrebbe parlato il presidente.

Una trimestrale migliore del previsto (anche se chiusa in perdita a causa della riforma fiscale Usa), previsioni per un altro anno record e un rialzo del dividendo. Sono questi i fattori che nel dopo mercato a Wall Street hanno permesso al titolo Intel di correre. Gli investitori non sembrano preoccupati dalle falle nei chip del gruppo (e non solo) rese pubbliche a inizio anno e che virtualmente chiamano in causa ogni pc al mondo. Su questo fronte Intel si è limitato a dire che Spectre e Meltdown „potrebbero avere un impatto negativo sui nostri risultati, sulla relazione con i clienti e sulla reputazione“.
nike air max 90 white autobomba vicino base Usa