air max germany Anche Johnny Depp al party segreto della Casa Bianca

nike air max courtballistec Anche Johnny Depp al party segreto della Casa Bianca

Un party fiabesco, in stile hoollywodiano tenutosi alla Casa Bianca nel 2009, proprio mentre il Paese era piegato nella morsa della crisi economica. E‘ questa l’ultima indiscrezione sulla famiglia presidenziale pubblicata nel libro Obamas che uscir domani negli Usa e che porta la firma della giornalista del New York Times, Jodi Kantor.

La reporter scrive che per celebrare la notte di Halloween, Obama avrebbe voluto una festa in maschera ispirata al romanzo di Lewis Carroll, nel Paese delle Meraviglie con invitati d‘ eccezione come il regista Tim Burton e l’attore Johnny Depp. L’evento sarebbe rimasto segreto alla stampa e all’opinione pubblica, per evitare critiche alla vigilia dell’approvazione della riforma sanitaria voluta del presidente Usa ed in un periodo critico in cui la disoccupazione toccava il picco del 10%.

La festa era stata organizzata in coincidenza con l’uscita nelle sale Usa del film „Alice in Wonderland“, diretto dal regista visionario ed interpretato da Depp nel ruolo del Cappellaio Matto. Burton avrebbe cos fornito la scenografia per trasformare le sale della Casa Bianca in un mondo surreale. Durante la festa alle figlie del presidente Mahlia e Sasha e ai figli delle famiglie militari invitati all’evento sono stati offerti animali di pezza giganti, ampolle con succhi di frutta e biscotti di meringa.

funzionari della Casa Bianca erano cos nervosi per le reazioni che un party hollywoodiano avrebbe potuto suscitare tra gli americani disoccupati o tra i membri del Congresso, che hanno preferito mettere tutto a tacere rivela il libro.

Gi nei giorni scorsi l’opera della Kantor aveva suscitato imbarazzo nell’amministrazione Obama per le indiscrezioni uscite sul rapporto conflittuale tra la First Lady, Michelle Obama e l’ex capo di gabinetto Rahm Emanuel.

Una trimestrale migliore del previsto (anche se chiusa in perdita a causa della riforma fiscale Usa), previsioni per un altro anno record e un rialzo del dividendo. Sono questi i fattori che nel dopo mercato a Wall Street hanno permesso al titolo Intel di correre. Gli investitori non sembrano preoccupati dalle falle nei chip del gruppo (e non solo) rese pubbliche a inizio anno e che virtualmente chiamano in causa ogni pc al mondo. Su questo fronte Intel si è limitato a dire che Spectre e Meltdown „potrebbero avere un impatto negativo sui nostri risultati, sulla relazione con i clienti e sulla reputazione“.

Come spesso accade a un presidente americano di turno, anche Donald Trump avrebbe voluto abbellire la Casa Bianca con un quadro speciale. Lui avrebbe voluto quello di Vincent Van Gogh intitolato „Landscape with Snow“ del 1888. Per questo il suo staff lo ha chiesto in prestito al museo Guggenheim di New York. La curatrice Nancy Spector, però, una sua critica, ha risposto al presidente americano di non potere soddisfare la sua richiesta ma gli ha offerto un’alternativa, al quanto ironica: un water perfettamente funzionante, con tanto di tavoletta e tubi di scarico rivestiti d’oro luccicante. E‘ l’opera dell’italiano Maurizio Cattelan che nel 2016 fu installata in uno dei bagni del museo al quarto piano per essere usata dai visitatori proprio per fare pip“ o pupù.

Alla vigilia della sua partenza per Davos (Svizzera), dove da oggi sarà protagonista del World Economic Forum, Donald Trump si è detto pronto a un interrogatorio sotto giuramento con il procuratore speciale incaricato di guidare il Russiagate. Sempre che i suoi legali gli diano il via libera visto che sono loro ad essere impegnati a trattare i termini della testimonianza. Separatamente, Trump ha anticipato che nel suo discorso della settimana prossima sullo Stato dell’Unione, annuncerà un piano infrastrutturale da 1.700 miliardi di dollari ossia 700 milioni in più di quanto si era stimato fino ad ora.
air max germany Anche Johnny Depp al party segreto della Casa Bianca