air max 1 fb yeezy austerity alle spalle ma ora le difficoltà

air max 95 austerity alle spalle ma ora le difficoltà

Grecia ed Europa trovano un accordo e scongiurano il rischio di ‚Grexit‘, ma il nuovo Governo Tsipras riceve già la prima dura lezione dall’Ue: gli impegni presi con i partner si rispettano, e quindi l’estensione di quattro mesi degli aiuti arriverà solo dopo che Atene avrà concordato le sue riforme con la ex Troika, rispettato i patti dell’attuale programma, Memorandum compreso anche se non viene mai esplicitamente menzionato. Dopo un negoziato difficile, che ha anche dovuto sanare il deficit di fiducia tra la Grecia e gli altri 18 partner, il margine di manovra che Atene ottiene è minimo: potrà rivedere il suo avanzo primario per il 2015, che le istituzioni valuteranno in base al ciclo, ottenendo così uno spazio di bilancio per varare le sue misure. Ma anche quelle dovranno essere prese in accordo con Ue, Bce ed Fmi.

Tsipras: austeriy alle spalle ma ora i negoziati più difficili La Grecia „ha vinto una battaglia ma non la guerra, i negoziati più difficili ci aspettano“ ha detto il premier greco Alexis Tsipras commentando l’accordo di ieri all’Eurogruppo in un messaggio televisivo alla nazione. Criticando le forze conservatrici greche rappresentate nel governo precedente, Tsipras ha attaccato: „Ieri abbiamo cancellato i loro piani. Abbiamo salvato la dignità della Grecia, tenendola in piedi“. L’Europa, ha quindi osservato, „è il luogo del negoziato, non delle esecuzioni, dell’obbedienza o della punizione. Forse la giornata di ieri è più importante per l’Europa che per la Grecia“. „Il paese ha proseguito ha avuto successo in una circostanza dura e difficile. Per la prima volta abbiamo intavolato una trattativa. Abbiamo fissato obiettivi con determinazione e flessibilità. E abbiamo raggiunto l’obiettivo principale“.

Premier greco: ora riforme progressiste Tsipras ha spiegato che l’accordo colma il vuoto che c’era tra il Memorandum e i programmi del nuovo governo ellenico, e permette l’annullamento dei piani di licenziamento del precedente esecutivo, gli aumenti dell’Iva, e libera il governo dalla rigidità dell’avanzo primario. „Si crea un quadro per le riforme progressiste come la lotta all’evasione fiscale e alla corruzione, e la lotta contro la crisi umanitaria, che è un compito primario per noi.“, ha osservato. „Abbiamo raggiunto molto all’interno della zona euro“, ha aggiunto, „ma abbiamo una lunga e difficile strada da percorrere Ci siamo lasciati alle spalle memorandum, la troika e l’austerità, e siamo rimasti all’interno della zona euro.“ „La trattativa sta ora entrando nella fase più essenziale. la lotta unitaria continua“, ha concluso Tsipras.

Padoan: vittoria per tutti „Passo avanti per tutta l’Ue“, una „vittoria per tutti“, anche se „non abbiamo parlato di contenuti“ ha affermato venerdì sera alla fine dell’Eurogruppo il ministro dell’Economia italiano Pier Carlo Padoan. „La Grecia non riceverà ulteriori pagamenti fino a che il programma attuale non sarà concluso con successo“ ha detto invece il ministro tedesco delle finanze Wolfgang Schaeuble confermando il ruolo di „falco“ della Germania nella trattativa con Atene.

Martedì rapporto della Troika all’Eurogruppo Martedì la ex Troika farà il suo rapporto all’Eurogruppo che, via telefono, si consulterà e deciderà se le misure sono sufficienti per sbloccare gli aiuti. Come succedeva con i Governi precedenti. Una lista più completa di misure deve arrivare entro fine aprile. Il controllo sulle riforme è totale: „La Grecia si impegna ad astenersi dal ritirare qualunque misura o da modifiche unilaterali delle politiche e delle riforme strutturali che possano avere un impatto negativo sugli obiettivi di bilancio, la ripresa o la stabilità, come valutato dalle istituzioni“, si legge nel testo dell’accordo.
air max 1 fb yeezy austerity alle spalle ma ora le difficoltà